NOVITA’ RIMBORSI TRIBUTI COMUNALI

  • Post category:Novità

Il Dipartimento delle Finanze del MEF, con la circolare n. 1/DF del 14 aprile 2016, ha fornito alcuni chiarimenti e le necessarie procedure operative da seguire per il riversamento, il rimborso e le regolazioni contabili riguardanti i tributi locali e resosi necessaria in seguito all’emanazione del Decreto interministeriale del 24 febbraio 2016 (in G.U. n. 87 del 14 aprile 2016), ed alla luce del fatto che in riferimento ad alcuni tributi quali IMU, maggiorazione TARES, IMI e IMIS si sono verificati, nel tempo, consistenti errori nei versamenti determinati soprattutto dalla contemporanea presenza di due distinte obbligazioni da assolvere:

  • sia nei confronti dello Stato
  • sia nei confronti del Comune.

I rimborsi riguardano tutti i tributi comunali, ma prioritariamente quelli relativi all’IMU, alla maggiorazione TARES e alle imposte immobiliari delle province di Bolzano e Trento.
Vengono presentate diverse casistiche:

  • Versamento a ente locale incompetente
  • Versamento in misura superiore al dovuto al Comune competente
  • Versamento allo Stato di una somma spettante al Comune
  • Versamento alla Stato di una somma che al Comune non da` luogo a rimborsi.

Vengono analizzati quali sono gli adempimenti sia a carico del contribuente che degli enti locali interessati:

  • L’istanza deve essere presentata di norma entro 5 anni dal giorno dell’erroneo versamento.
  • I rimborsi vengono effettuati direttamente dall’ente locale interessato entro il termine di 180 giorni, dandone contestuale comunicazione al contribuente.

I tributi interessati
Le procedure operative riguardano prioritariamente:

  • l’imposta municipale propria (IMU)
  • la maggiorazione standard del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (Maggiorazione TARES)
  • l’imposta municipale immobiliare (IMI), istituita dalla Provincia autonoma di Bolzano (Legge provinciale 23 aprile 2014, n. 3)
  • l’imposta immobiliare semplice (IMIS), istituita dalla Provincia autonoma di Trento (Legge provinciale 30 dicembre 2014, n. 14)

Lo Studio con successiva informativa analizzerà le principali casistiche.
Dott. Roberto Pinna – Area Contabile e fiscale

Condividi