Arriva il voucher digitale per le mpmi

  • Post category:Novità

Il voucher per l’acquisto di hardware, software e servizi specialistici finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali e all’ammodernamento tecnologico si sostanzia in un contributo della misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili e, comunque, di importo non superiore a 10.000 euro, nel rispetto del regolamento (UE) n. 1407/2013 che disciplina gli aiuti a titolo “de minimis”; il voucher può essere concesso in favore di micro, piccole e medie imprese (MPMI), costituite in qualsiasi forma giuridica, che possiedano, alla data della presentazione della domanda, i requisiti previsti all’art. 5 del DM 23 settembre 2014.
Non possono fruire dell’agevolazione le imprese attive nei settori esclusi dagli aiuti “de minimis” (ad esempio, operanti nel settore della pesca e dell’acquacoltura); tuttavia – precisa il MISE – le imprese che operano in tali settori e svolgono anche attività economiche ammissibili possono beneficiare del voucher a condizione che siano in possesso di un adeguato sistema di separazione delle attività o di un sistema contabile che assicuri la distinzione dei costi.
Sotto il profilo delle spese ammissibili, è confermato che le spese devono essere sostenute solo successivamente all’assegnazione del voucher;  il progetto deve, quindi, essere avviato successivamente alla pubblicazione, sul sito del MISE, del provvedimento cumulativo di prenotazione del voucher.
Il progetto di digitalizzazione e ammodernamento tecnologico deve essere ultimato entro sei mesi dalla pubblicazione del suddetto provvedimento, intendendosi per “data di ultimazione” la data dell’ultimo titolo di spesa ammissibile riferibile al progetto stesso. Secondo il MISE, le prestazioni svolte a titolo di servizi di consulenza o di formazione, facenti parte del progetto agevolato, devono essere realizzate entro il medesimo periodo.
Le domande di accesso ai voucher devono essere presentate, esclusivamente per via telematica, attraverso l’apposita procedura informatica disponibile sul sito del MISE a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018. Sarà possibile precompilare la domanda dalle ore 10.00 del 15 gennaio 2018.
Ciascuna impresa proponente può presentare una sola domanda di accesso alle agevolazioni nella quale è tenuta ad indicare l’ubicazione dell’unità produttiva nell’ambito della quale viene realizzato il progetto.
Sebbene l’agevolazione in esame non sia cumulabile con altri contributi pubblici concessi a valere sugli stessi costi ammessi, il MISE evidenzia che il predetto divieto di cumulo agisce solo qualora i suddetti contributi pubblici siano inquadrabili come “aiuti di stato”; il voucher risulta, quindi, fruibile unitamente a tutte le misure di carattere generale che non sono da considerare aiuti di Stato e non concorrono, quindi, a formare cumulo, quali ad esempio i super e iperammortamenti. (fonte: www.eutekne.it)
Dott. Roberto Pinna, Dott.ssa Gabriella Manca, Dott.ssa Daniela Orgiu – AREA FINANZA AGEVOLATA

Condividi